BIOGGIO: storie testimonianze ricordi

È questo il titolo della pubblicazione che rievoca i ricordi della vita di paese da me vissuti nell’infanzia e in gioventù. Bioggio era allora un piccolo villaggio di contadini che lavoravano in prevalenza le terre delle famiglie nobili, o almeno delle poche rimaste, o di quelle che un tempo furono della Mensa vescovile di Como e degli Ordini religiosi, confiscate poi dallo Stato verso la metà dell’Ottocento e da questi vendute a varie famiglie benestanti luganesi.

Il titolo è eloquente e non necessita di grandi spiegazioni. È il frutto di alcune notizie scritte e conservate sull’arco di una ventina di anni, in seguito selezionate e presentate sotto forma di racconto, a volte fiorito, che conferiscono al contenuto uno spaccato di vita civica spaziante sull’arco di due secoli. Ho aggiunto anche delle schede specifiche di approfondimento, tanto per non smentire la mia passione per la storia e l’arte, senza dimenticare l’appendice di un inedito di don Arturo Moccetti (1889-1964) che ci riporta all’Ottocento.

Il Sindaco Eolo Alberti ha dimostrato grande interesse per questo libro, tanto da propormi di cederlo al comune per colmare la lacuna della mancanza di una memoria storica, molto utile per i bioggesi dei nostri tempi, ma anche per far conoscere al di fuori dei confini del paese l’importanza della sua storia risalente al neolitico e, se vogliamo restare più vicini e concreti, al V secolo a.C.

Il Prof. Ottavio Lurati, accademico della Crusca, mi ha onorato con la prefazione e la presentazione nella serata tenutasi nella sala del consiglio comunale l’8 febbraio 2018. L’edizione è stata curata da Dalmazio Ambrosioni (Editrice Arte e Comunicazione), autore della simpatica postfazione. La Arti grafiche Veladini SA di Lugano merita un plauso per la cura e l’attenzione riservata anche ai minimi particolari. Ringrazio di cuore e senso di riconoscenza le persone già menzionate, il Capo Dicastero, Nicola Zappa, il personale del comune e il numeroso pubblico intervenuto.

Gli interessati all’acquisto possono contattare la cancelleria comunale di Bioggio, tel. 091 6111050)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 + 16 =